sfondo mentor.jpg

MENTOR

MENTOR

STEFANO CECI   Esperto nel settore turistico e nel marketing territoriale, autore di numerosi rapporti e analisi sull’economia del turismo e dei territori. Unisce l'attività di ricerca applicata all'innovazione digitale in ambito turistico e l'avvio e l'accompagnamento di start-up innovative (Terremobili, Ferias, FreshCreator, Verde Natura, TravelMesh, SilkPayments e Pleens). Ex presidente e coordinatore del TDLAB (Laboratorio per la digitalizzazione del Turismo),  ha contribuito a dare vita al Piano Strategico Nazionale per la digitalizzazione del sistema turistico e culturale italiano. E’ fra i cinque componenti esperti del Comitato Permanente del Governo per la promozione del Turismo, Ha coordinato il tavolo Stato/Regioni per la riforma del demanio marittimo. Ha progettato e avviato l'Osservatorio Nazionale del Turismo.  _ph Marco Pietracupa

STEFANO CECI

Esperto nel settore turistico e nel marketing territoriale, autore di numerosi rapporti e analisi sull’economia del turismo e dei territori. Unisce l'attività di ricerca applicata all'innovazione digitale in ambito turistico e l'avvio e l'accompagnamento di start-up innovative (Terremobili, Ferias, FreshCreator, Verde Natura, TravelMesh, SilkPayments e Pleens). Ex presidente e coordinatore del TDLAB (Laboratorio per la digitalizzazione del Turismo),  ha contribuito a dare vita al Piano Strategico Nazionale per la digitalizzazione del sistema turistico e culturale italiano. E’ fra i cinque componenti esperti del Comitato Permanente del Governo per la promozione del Turismo, Ha coordinato il tavolo Stato/Regioni per la riforma del demanio marittimo. Ha progettato e avviato l'Osservatorio Nazionale del Turismo.

_ph Marco Pietracupa

MAFE DE BAGGIS  e FILIPPO PRETOLANI  Digital media strategist, è co-fondatrice di  Pleens – where places tell stories  - motore di ricerca per storie geolocalizzate. Sempre in ambito comunicativo, insegna content strategy e storyteling all'Istituto Europeo di Design, alla Scuola Politecnica di Design e alla Nuova Accademia di Belle Arti di Milano. Laureata alla Libera Università di Lingua e Comunicazione IULM, ha lavorato come community manager per importanti brand (tra cui Condé Nast, Virgilio, Mondadori e RCS). Ha scritto  Preso nella rete  (Morellini Editore, 2009),  World Wide We  (Apogeo, 2010) e  #Luminol. Tracce di realtà rivelate dai media digital  (Informant, 2015).  Filippo Pretolani, consulente di corporate communication, è co-fondatore di  Pleens , motore di ricerca per storie geolocalizzate. È inoltre co-fondatore di  Gallizio Editore  e  GallizioLab , piattaforma di self-publishing per scritture istantanee. Come consulente si occupa soprattutto di change management, social media strategy, approcci di second screen e gestione della presenza online.

MAFE DE BAGGIS e FILIPPO PRETOLANI

Digital media strategist, è co-fondatrice di Pleens – where places tell stories - motore di ricerca per storie geolocalizzate. Sempre in ambito comunicativo, insegna content strategy e storyteling all'Istituto Europeo di Design, alla Scuola Politecnica di Design e alla Nuova Accademia di Belle Arti di Milano. Laureata alla Libera Università di Lingua e Comunicazione IULM, ha lavorato come community manager per importanti brand (tra cui Condé Nast, Virgilio, Mondadori e RCS). Ha scritto Preso nella rete (Morellini Editore, 2009), World Wide We (Apogeo, 2010) e #Luminol. Tracce di realtà rivelate dai media digital (Informant, 2015).

Filippo Pretolani, consulente di corporate communication, è co-fondatore di Pleens, motore di ricerca per storie geolocalizzate. È inoltre co-fondatore di Gallizio Editore e GallizioLab, piattaforma di self-publishing per scritture istantanee. Come consulente si occupa soprattutto di change management, social media strategy, approcci di second screen e gestione della presenza online.

LUCA RUALI   Architetto, vive e lavora tra Milano, Roma e l’Appennino. Il suo studio ( www.lucaruali.net ) produce progetti, disegni, video e animazioni per etichette indipendenti, ricerche dedicate al rapporto tra progetto e territorio. Luca organizza Il paese nero/Black Italy ( www.ilpaesenero.it ), una piattaforma di ricerca che raccoglie progetti e ricerche della scena culturale alternativa dedicati all'abbandono delle aree interne in Italia.

LUCA RUALI

Architetto, vive e lavora tra Milano, Roma e l’Appennino. Il suo studio (www.lucaruali.net) produce progetti, disegni, video e animazioni per etichette indipendenti, ricerche dedicate al rapporto tra progetto e territorio. Luca organizza Il paese nero/Black Italy (www.ilpaesenero.it), una piattaforma di ricerca che raccoglie progetti e ricerche della scena culturale alternativa dedicati all'abbandono delle aree interne in Italia.

ELISA DI LIBERATO   Project developer di  Fies Core , si occupa dell'ideazione e implementazione di progetti e servizi culture based per aziende e pubbliche amministrazioni. È membro del collettivo  Mali Weil  con il quale realizza progetti che spaziano dal design alle pratiche relazionali, dalla progettazione culturale alla creazione di format audiovisivi, sviluppando una ricerca che indaga le potenzialità della performance come motore di creazione e spazio di diffusione di immaginario politico.

ELISA DI LIBERATO

Project developer di Fies Core, si occupa dell'ideazione e implementazione di progetti e servizi culture based per aziende e pubbliche amministrazioni. È membro del collettivo Mali Weil con il quale realizza progetti che spaziano dal design alle pratiche relazionali, dalla progettazione culturale alla creazione di format audiovisivi, sviluppando una ricerca che indaga le potenzialità della performance come motore di creazione e spazio di diffusione di immaginario politico.

LUCA MELCHIONNA   Giornalista freelance e consulente. Ha svolto consulenze per Palazzo Grassi - Punta Della Dogana, François Pinault Collection, per il Museion di Bolzano, per il Museo Ebraico di Venezia e ha scritto su Glamour, Rolling Stone, Wired, TAR Magazine, Focus Junior. Ha sviluppato chatbot - software conversazionali che girano su sistemi di messaggistica come Facebook Messenger - per il MAXXI di Roma, la Reggia di Venaria a Torino, il Muse di Trento e  la Triennale di Milano.  Ph_Luca Vassallo   

LUCA MELCHIONNA

Giornalista freelance e consulente. Ha svolto consulenze per Palazzo Grassi - Punta Della Dogana, François Pinault Collection, per il Museion di Bolzano, per il Museo Ebraico di Venezia e ha scritto su Glamour, Rolling Stone, Wired, TAR Magazine, Focus Junior. Ha sviluppato chatbot - software conversazionali che girano su sistemi di messaggistica come Facebook Messenger - per il MAXXI di Roma, la Reggia di Venaria a Torino, il Muse di Trento e  la Triennale di Milano.

Ph_Luca Vassallo

 

VIRGINIA SOMMADOSSI   Co-founder di  FIES CORE , spin off dell’art work space  Centrale Fies , dedicato allo sviluppo di concept culture based legati a servizi, prodotti e imprese in una logica di progettazione, aggregazione, definizione e diffusione di nuovi scenari culturali. Dal 2006 responsabile dell’identità visiva e della comunicazione di  Centrale Fies Art Work Space  e project developer dei progetti legati al territorio, all’interno della struttura. Coadiuva UNPRESS - Unlearn Communication In A Friendly Environment, un team modulare che studia, sperimenta e disseziona codici contemporanei per riorganizzarli in comunicazione specializzata per arte contemporanea e performing art. Si occupa della comunicazione del nuovo corso di Laurea di Teatro e Arti performative dell'Università Iuav di Venezia. Lo scorso anno, con la preziosa collaborazione di Elisa Di Liberato, fonda TRENTINO BRAND NEW. E' laureata in Lettere all’Università Cattolica del Sacro Cuore con una tesi dal titolo “Hybrids-when art meets porn”, sulla pornificazione dei costumi e sul potere del corpo genitale letto attraverso alcune pratiche della performance art e della pubblicità.  _ph Dido Fontana

VIRGINIA SOMMADOSSI

Co-founder di FIES CORE, spin off dell’art work space Centrale Fies, dedicato allo sviluppo di concept culture based legati a servizi, prodotti e imprese in una logica di progettazione, aggregazione, definizione e diffusione di nuovi scenari culturali. Dal 2006 responsabile dell’identità visiva e della comunicazione di Centrale Fies Art Work Space e project developer dei progetti legati al territorio, all’interno della struttura. Coadiuva UNPRESS - Unlearn Communication In A Friendly Environment, un team modulare che studia, sperimenta e disseziona codici contemporanei per riorganizzarli in comunicazione specializzata per arte contemporanea e performing art. Si occupa della comunicazione del nuovo corso di Laurea di Teatro e Arti performative dell'Università Iuav di Venezia. Lo scorso anno, con la preziosa collaborazione di Elisa Di Liberato, fonda TRENTINO BRAND NEW. E' laureata in Lettere all’Università Cattolica del Sacro Cuore con una tesi dal titolo “Hybrids-when art meets porn”, sulla pornificazione dei costumi e sul potere del corpo genitale letto attraverso alcune pratiche della performance art e della pubblicità.

_ph Dido Fontana

FILIPPO BERTA   Artista e docente presso la Fondazione Fotografia di Modena. Dal 2012 al 2017 ha esposto al Museo MADRE di Napoli, al Museion, Museo Arte Contemporanea di Bolzano, al Jonkopings Lans Museum (SE), alla Staedtischegalerie di Brema (DE), al State Museum of Contemporary Art di Salonicco (GR), al Museo di Pori (FIN), al Victoria Art Center di Bucarest (RO), al Center for Cultural Decontamination, CZKD, Belgrado (SR), al Matadero Centro Creativo Contemporaneo, Madrid (SP), alla Galleria 400, Chicago (USA), al National Brukenthal Museum di Sibiu (RO). Ha partecipato alla Biennale di Salonicco (GR, 6a edizione), di Curitiba (BR, 34a edizione), di Praga (CZ, 5a edizione), di Mosca - Young Art (RU, 3a edizione). Ha preso parte a residenze per artisti come alla Fondazione Ratti di Como, alla Fondazione Spinola Banna di Poirino (TO) e al Careof di Milano. Nel 2015 vince il Premio Fondazione MIA di Bergamo Nel 2014 vince il Premio Maretti, La Habana (Cuba) ed è finalista al Talent Prize di Roma. Nel 2008 è tra i vincitori del Premio Internazionale della Performance, Galleria Civica di Trento, 4a edizione.

FILIPPO BERTA

Artista e docente presso la Fondazione Fotografia di Modena. Dal 2012 al 2017 ha esposto al Museo MADRE di Napoli, al Museion, Museo Arte Contemporanea di Bolzano, al Jonkopings Lans Museum (SE), alla Staedtischegalerie di Brema (DE), al State Museum of Contemporary Art di Salonicco (GR), al Museo di Pori (FIN), al Victoria Art Center di Bucarest (RO), al Center for Cultural Decontamination, CZKD, Belgrado (SR), al Matadero Centro Creativo Contemporaneo, Madrid (SP), alla Galleria 400, Chicago (USA), al National Brukenthal Museum di Sibiu (RO). Ha partecipato alla Biennale di Salonicco (GR, 6a edizione), di Curitiba (BR, 34a edizione), di Praga (CZ, 5a edizione), di Mosca - Young Art (RU, 3a edizione). Ha preso parte a residenze per artisti come alla Fondazione Ratti di Como, alla Fondazione Spinola Banna di Poirino (TO) e al Careof di Milano. Nel 2015 vince il Premio Fondazione MIA di Bergamo Nel 2014 vince il Premio Maretti, La Habana (Cuba) ed è finalista al Talent Prize di Roma. Nel 2008 è tra i vincitori del Premio Internazionale della Performance, Galleria Civica di Trento, 4a edizione.