trentinhorror.jpg

ZALT

ZALT è un concept nato dall’esigenza di ripensare il nostro rapporto con la montagna e l’ambiente ed è stato ispirato dal ribaltamento del detto locale “meio massa che miga” (meglio di più che di meno) in “meio miga che massa” (meglio di meno che di più). Partendo dal sovraffollamento delle zone montane di consistente richiamo turistico, dalla deriva di alcune dinamiche di sfruttamento delle risorse naturali a fini economici, ZALT (giallo, in lingua tedesca) è una riflessione sul “bosco orizzontale”: una visione ispirata agli alberi abbattuti dall’eccezionale evento metereologico che ha duramente colpito lo scorso novembre molte zone del Trentino ma anche un tentativo di cambiare prospettiva sulle cose, un invito a rimettere in discussione il nostro modo di pensare il presente e il futuro della montagna come luogo in cui vivere. Il giallo, ZALT, è il colore che contraddistingue i boschi colpiti, quello dei tronchi spezzati. Il concept è una reinterpretazione delle note campagne Pantone e ZALT si propone come Trentino Color of the Year 2K18. Il progetto ZALT sarebbe inoltre un contenitore/marchio per una serie di interventi di comunicazione mirati sui temi legati al concept.